sterilità secondaria

Il secondo figlio non arriva

Sterilità secondaria

Si parla di sterilità secondaria quando una coppia non raggiunge una gravidanza dopo aver portato a termine con successo una prima gravidanza e il secondo figlio non arriva. Le cause della sterilità secondaria sono le stesse che possono determinare la sterilità primaria , quindi :

  1. Fattore tubarico
  2. Fattore ovulatorio
  3. Fattore maschile o seminale

Quindi il medico della fertilità deve rivalutare i tre fattori principali sopra elencati

Fattore tubarico : sterilità secondaria

Le tube si possono danneggiare dopo la prima gravidanza andata a buon fine. Le cause sono sempre le stesse , o un’infezione batterica oppure un danno chirurgico. E’ possibile un danno post-chirurgico aderenziale nelle donne che nella prima gravidanza hanno eseguito un cesareo. Quindi é buona norma ripetere la sonoisterosalpingografia o la isterosalpingografia.

Fattore ovulatorio : sterilità secondaria

Il fattore ovulatorio é forse il più frequente tra i casi di sterilità secondaria. La mancanza di ovulazione nella donna che cerca una seconda gravidanza può essere dovuta o alla riduzione della riserva ovarica conseguente all’aumentare dell’età o all’aumento di peso con i disturbi ovulatori correlati. Pertanto il ginecologo deve eseguire un controllo ormonale e un monitoraggio ecografico dell’ovulazione quando il secondo figlio non arriva.

Problemi maschili : sterilità secondaria

Anche il liquido seminale nel corso degli anni può subire un decadimento dovuto soprattutto a cattive abitudini di vita o infezioni. Anche le patologie prostatiche frequenti nell’uomo di età matura possono essere una causa. Va pertanto eseguito di nuovo uno spermiogramma.

La sterilità secondaria quindi va gestita in maniera abbastanza simile alla sterilità primaria. Il medico che ha in osservazione la coppia deve anche qui cercare di capire quale é la causa principale. Poi deve comprendere se sarà possibile ottenere una gravidanza spontanea oppure si dovrà ricorrere a una tecnica di fecondazione assistita. L’unica differenza con la sterilità primaria sta nel fatto che l’età della donna, quando il secondo figlio non arriva, normalmente é più avanzata, pertanto il medico dovrà eseguire gli esami del caso in maniera più rapida per evitare che si aggiunga una riduzione importante della riserva ovarica dovuta all’età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Invia un messaggio al Prof Franco Lisi