Diagnosi sterilità di coppia

Ormone antimulleriano AMH e riserva ovarica

Vuoi sapere cos’é l’ormone antimulleriano AMH o ormone anti mulleriano e i suoi rapporti con la riserva ovarica?  Il dosaggio dello AMH o Ormone antimulleriano è il più innovativo test diagnostico nella valutazione della riserva ovarica. Ti spiegherò quanto sia importante dosare l’ormone antimulleriano AMH nella gestione della sterilità di coppia e prima di accingersi ad una tecnica di fecondazione assistita. Misurare l’ormone antimulleriano é indispensabile per elaborare un corretto protocollo di stimolazione ormonale ovarica nella FIVET e nella ICSI

Ormone antimulleriano AMH : fisiologia

Nell’adulto l’AMH ( o ormone antimulleriano ) è prodotto nel maschio nelle cellule del Sertoli . Nel feto maschio l’amh sembra avere un ruolo determinante nella regressione del dotto di Muller, che é la struttura embriologica da cui originano l’utero, le tube e la parte superiore della vagina.

ormone antimulleriano prodotto dalle cellule di Sertoli
Ormone antimulleriano prodotto dalle cellule di Sertoli
ormone antimulleriano prodotto dalle cellule della granulosa
Ormone antimulleriano prodotto dalle cellule della granulosa

Nella donna i valori dell’ ormone antimulleriano sono estremamente bassi alla nascita.  Aumenta dopo la pubertà.  L’ormone antimulleriano blocca lo sviluppo dei follicoli primordiali e preantrali. E’ classificabile come un fattore di regolazione negativa dell’ovulazione.  L’AMH, a differenza degli altri indici ormonali di riserva ovarica, non subisce variazioni di rilievo nelle varie fasi del ciclo. L’AMH può essere misurato in qualsiasi momento del ciclo ovarico anche in donne che utilizzano la pillola. I livelli di AMH decrescono con la riduzione del numero dei follicoli preantrali. In menopausa o in caso di ovariectomia bilaterale l’AMH é basso o  indosabile. Recenti evidenze mostrano che la diminuzione di ormone antimulleriano ha un andamento lineare con l’avanzare dell’età e le sue modifiche iniziano prima di quelle dell’FSH e dell’inibina.

Ormone antimulleriano AMH : uso clinico

Pertanto l’ormone antimulleriano appare come indice più precoce ed affidabile della riserva funzionale ovarica. Si può affermare che i livelli sierici dell’antimulleriano  siano direttamente proporzionali al numero dei follicoli antrali disponibili. Pertanto l’antimulleriano è più precoce ed affidabile rispetto ai tradizionali markers (età, conta follicoli antrali, volume ovarico, FSH ed E2 al II giorno del ciclo) . Un ulteriore ruolo dell’AMH è quello di costituire un fattore di valutazione prima di un ciclo di riproduzione medicalmente assistita. Oggi durante la prima visità per infertilità la prima cosa che si controlla ” Ormone antimulleriano valori“.  Si osserva come i livelli di AMH nelle donne con buona risposta all’induzione con FSH siano più alti di quelli di donne con scarsa risposta. Inoltre i valori pre induzione dell’AMH sono maggiormente predittivi degli altri indici solitamente utilizzati per valutare la risposta alla stimolazione ovarica. Infine un utilizzo più recente del dosaggio dell’ormone antimulleriano é nella diagnostica della sindrome dell’ovaio policistico. Le donne con PCOS hanno anche in tarda età aumentati livelli di ormone antimulleriano. Il dosaggio dell’ormone antimulleriano si può eseguire in qualsiasi giorno del ciclo e non c’é bisogno di eseguire il dosaggio a digiuno.

 

AMH ormone anti mulleriano nelle fasi della vita

Nel diagramma in alto si osserva l’andamento dei valori dell’antimulleriano nelle varie fasi della vita della donna. Ormone antimulleriano valori di riferimento.

  1. dai 15 ai 30  anni il valore normale dell’ormone antimulleriano rimane stabile intorno ai 3 ng/ml
  2. dai 30 ai 40 anni il valore dell’ormone antimulleriano il valore scende a 1ng/ml
  3. Dopo i 40 anni il valore scende sempre di più fino ad essere indosabile intorno ai 50 anni

Questi dati sono molto variabili da persona a persona, e nel caso la persona abbia effettuato o no chirurgia pelvica con rimozione di tessuto ovarico. L’ormone antimulleriano basso o indosabile o quasi indosabile indica il momento in cui si deve dire basta alla possibilità di fecondazione omologa. L’antimulleriano inoltre é un ottimo indicatore per comprendere quanto é vicino o lontano l’arrivo della menopausa.

Ormone antimulleriano AMH interpretazione dei valori

L’interpretazione dei valori normali di antimulleriano pone qualche problema. Essendo un esame ancora giovane non si è ancora d’accordo sulle varie fasce di valori.

a) AMH alto oltre i 3 ng/ml spesso si associa alla PCOS. L’ormone antimulleriano alto va considerato prima della stimolazione

b) AMH normale oltre 1.0 ng/ml

c) AMH basso/normale 0.7-0.9 ng/ml

d) AMH basso 0.3-0.6 ng/ml

e) AMH basso / molto basso minore di 0.3 ng/ml

Il valore dell’antimulleriano basso controindica l’esecuzione di una tecnica di riproduzione assistita omologa.

Ormone antimulleriano AMH : come chiedere una consulenza prima della riproduzione assistita

La misurazione dell’AMH é determinante nella i stimolazione ormonale ovarica per FIVET o ICSI.

Guarda il video AMH basso Perche non rimango incinta?

Articolo scritto da Franco lisi Ginecologo della fertilità

Per una consulenza personalizzata su ormone antimulleriano e riserva ovarica compila il form per la consulenza online adesso

 

Condivi l'articolo su:

150 Commenti

  1. Salve professore ho 32 anni e da 2 anni cerco una gravidanza ma inutilmente. Le mie mestruazioni sono molto irregolari e posso stare anche 3 mesi senza mestruazioni. Ho misurato l’antimulleriano e il valore é di 6,2 ng/ml. Che cosa mi dice ? posso stare tranquilla ? com’é la mia riserva ovarica?

  2. Franco Lisi

    Salve Giuly il valore di AMH di 6,2 ng/ml la può lasciare totalmente tranquilla sulla riserva ovarica, é più che ottima . Io però controllerei che lei non abbia la sindrome dell’ovaio policistico che spesso si associa ad un aumento del valore dell’AMH ( il suo valore é elevato ).

  3. annarita75

    Il centro che mi segue per la fertilità mi ha richiesto il dosaggio dell’ormone antimulleriano. Mi hanno fatto fare il dosaggio 2 volte a distanza di due mesi. La prima volta ho fatto il prelievo di sangue il terzo giorno del ciclo ed il valore era 0,78 ng/ml e la seconda volta fatto mi pare il ventesimo giorno del ciclo era 1 ng/ml. Che cosa ne pensate ? posso ancora avere figli. Ho 41 anni.

  4. Franco Lisi

    Per Annarita 75. Il dosaggio dell’ormone antimulleriano può essere eseguito in qualsiasi giorno del ciclo, i suoi valori non cambiano. Per quanto riguarda i suoi valori 0,78 e 1 ng/ml sono valori accettabili che dimostrano una discreta riserva ovarica, proporzionale alla sua età. Lei mi chiede se può rimanere incinta. Cert che può rimanere incinta. Deve però valutare anche le altre due variabili, tubarica e seminale.

  5. salve ho 39 anni e da due anni provo ad avere un figlio. Ho cominciato a fare alcuni esami e l’ormone antimulleriano o AMH é risultato 1,5. Cosa Ne pensa ? sembra un valore buono? posso rimanere incinta con questo valore?

  6. Franco Lisi

    Salve Vale 77 il valore dell’AMH ( ormone antimulleriano), mi sembra ottimo. Lei se non esistono altri fattori ( tubarico o seminale) può rimanere incinta tranquillamente

  7. Salve ho il valore dell’antimulleriano a 0,6 e il valore dell’FSH a 11 . Ho 41 anni. Posso ancora rimanere incinta

  8. Franco Lisi

    può rimanere incinta, Lory76
    la sua riserva ovarica per la sua età mi sembra discreta.

  9. Salve ho 31 anni e ho subito chemioterapia finita a marzo 2016, il mio valore AMH è 0,5.

    Ho comunque qualche speranza di rimanere incinta? Vorrei fare una stimolazione ovarica, potrebbe funzionare?

  10. Franco Lisi

    Salve Roberta
    Il suo valore di AMH è basso però non è un valore impossibile. Lei si potrebbe fare una stimolazione follicolare, ammesso però che la malattia per la quale è stata sottoposta a chemioterapia lo permetta. Questo deve verificarlo con l’oncologo.

  11. Buongiorno professore. Ho quasi 38 anni e ho sempre avuto un ciclo regolarissimo di 28 giorni. Qualche mese fa a causa di una polimenorrea ripetuta ho effettuato esami di dosaggio ormonale con seguenti risultati: FSH 13,3 LH 12,8. Ho ripetuto gli esami ora, dopo due mesi, e sono i seguenti. FSH 10,2 e AMH 3,60 ng/ml. Cosa significano in relazione alla mia fertilità? Grazie.

  12. Franco Lisi

    Salve Diletta.
    Il valore dell’FSH misurato in 2° o 3° giornata del ciclo é un indicatore di quanti ovociti sono rimasti e in parte anche della qualità ovocitaria. Il valore di FSH di 13,3 depone per una riduzione della riserva ovarica, ossia una diminuzione degli ovociti a disposizione. IL fatto che dopo due mesi fosse 10,2 non significa molto perché l’FSH può solo crescere, non può diminuire. Forse é un artefatto del laboratorio d’analisi.

  13. La ringrazio molto per la pronta risposta. Volevo chiederle anche in merito al valore amh 3,60 ng/ml. Anche questo rileva una riserva ovarica ridotta? Grazie.

    • Franco Lisi

      Diletta
      la gravidanza spontanea non é possibile escluderla, a meno che non esista un altro problema (tubarico o seminale)

  14. Franco Lisi

    Salve Diletta
    In effetti l’AMH di 3,6 è predittivo di una buona riserva ovarica. I due valori sono contrastanti. Uno dei due non è corretto

  15. Antonella

    Salve, ho fatto il dosaggio AMH in quanto devo fare la fecondazione assistita. Ho 31 anni e il mio valore AMH e` 7.2 ng/mg . Volevo sapere se e` un buon valore. La ringrazio.

  16. Franco Lisi

    Salve il valore di 7,2 per l’ormone antimulleriano depone per una sindrome dell’ovaio policistico. Che non sia questa la causa dell’infertilità? In tal caso non avrebbe bisogno della fecondazione assistita.

  17. Buongiorno, ho 40 anni ed un S-AMH di 0.08.
    Ci sono possibilità di rimanere incinta?

  18. Franco Lisi

    Salve signora Elena. L’AMH di 0,08 é veramente una controindicazione assoluta alla fecondazione assistita omologa

  19. Buongiorno Dottore, che differenza c’è tra un ovaio multifollicolare e uno policistico rispetto alla feritlità e ovulazione? Grazie

    • Franco Lisi

      Salve Simona
      ovaio multifollicolare o policistico sono esattamente la stessa cosa, non c’é nessuna differenza. Entrambi sono espressione della sindrome dell’ovaio policistico che é causa di anovulatorietà

  20. Alessandra

    Buonasera
    40 anni verso fivet
    fsh 10.56
    Amh 1.15
    E2 -29
    L’amh è ancora accettabile?
    Grazie
    Alessndra

    • Franco Lisi

      Salve
      si direi che l’AMH é ancora accettabile. L’FSH però dimostra una certa riduzione della riserva, però é ancora accettabile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.