Diagnosi sterilità di coppia

Ormone antimulleriano AMH e riserva ovarica

Vuoi sapere cos’é l’ormone antimulleriano AMH o ormone anti mulleriano e i suoi rapporti con la riserva ovarica?  Il dosaggio dello AMH o Ormone antimulleriano è il più innovativo test diagnostico nella valutazione della riserva ovarica. Ti spiegherò quanto sia importante dosare l’ormone antimulleriano AMH nella gestione della sterilità di coppia e prima di accingersi ad una tecnica di fecondazione assistita. Misurare l’ormone antimulleriano é indispensabile per elaborare un corretto protocollo di stimolazione ormonale ovarica nella FIVET e nella ICSI

Ormone antimulleriano AMH : fisiologia

Nell’adulto l’AMH ( o ormone antimulleriano ) è prodotto nel maschio nelle cellule del Sertoli . Nel feto maschio l’amh sembra avere un ruolo determinante nella regressione del dotto di Muller, che é la struttura embriologica da cui originano l’utero, le tube e la parte superiore della vagina.

ormone antimulleriano prodotto dalle cellule di Sertoli
Ormone antimulleriano prodotto dalle cellule di Sertoli
ormone antimulleriano prodotto dalle cellule della granulosa
Ormone antimulleriano prodotto dalle cellule della granulosa

Nella donna i valori dell’ ormone antimulleriano sono estremamente bassi alla nascita.  Aumenta dopo la pubertà.  L’ormone antimulleriano blocca lo sviluppo dei follicoli primordiali e preantrali. E’ classificabile come un fattore di regolazione negativa dell’ovulazione.  L’AMH, a differenza degli altri indici ormonali di riserva ovarica, non subisce variazioni di rilievo nelle varie fasi del ciclo. L’AMH può essere misurato in qualsiasi momento del ciclo ovarico anche in donne che utilizzano la pillola. I livelli di AMH decrescono con la riduzione del numero dei follicoli preantrali. In menopausa o in caso di ovariectomia bilaterale l’AMH é basso o  indosabile. Recenti evidenze mostrano che la diminuzione di ormone antimulleriano ha un andamento lineare con l’avanzare dell’età e le sue modifiche iniziano prima di quelle dell’FSH e dell’inibina.

Ormone antimulleriano AMH : uso clinico

Pertanto l’ormone antimulleriano appare come indice più precoce ed affidabile della riserva funzionale ovarica. Si può affermare che i livelli sierici dell’antimulleriano  siano direttamente proporzionali al numero dei follicoli antrali disponibili. Pertanto l’antimulleriano è più precoce ed affidabile rispetto ai tradizionali markers (età, conta follicoli antrali, volume ovarico, FSH ed E2 al II giorno del ciclo) . Un ulteriore ruolo dell’AMH è quello di costituire un fattore di valutazione prima di un ciclo di riproduzione medicalmente assistita. Oggi durante la prima visità per infertilità la prima cosa che si controlla ” Ormone antimulleriano valori“.  Si osserva come i livelli di AMH nelle donne con buona risposta all’induzione con FSH siano più alti di quelli di donne con scarsa risposta. Inoltre i valori pre induzione dell’AMH sono maggiormente predittivi degli altri indici solitamente utilizzati per valutare la risposta alla stimolazione ovarica. Infine un utilizzo più recente del dosaggio dell’ormone antimulleriano é nella diagnostica della sindrome dell’ovaio policistico. Le donne con PCOS hanno anche in tarda età aumentati livelli di ormone antimulleriano. Il dosaggio dell’ormone antimulleriano si può eseguire in qualsiasi giorno del ciclo e non c’é bisogno di eseguire il dosaggio a digiuno.

 

AMH ormone anti mulleriano nelle fasi della vita

Nel diagramma in alto si osserva l’andamento dei valori dell’antimulleriano nelle varie fasi della vita della donna. Ormone antimulleriano valori di riferimento.

  1. dai 15 ai 30  anni il valore normale dell’ormone antimulleriano rimane stabile intorno ai 3 ng/ml
  2. dai 30 ai 40 anni il valore dell’ormone antimulleriano il valore scende a 1ng/ml
  3. Dopo i 40 anni il valore scende sempre di più fino ad essere indosabile intorno ai 50 anni

Questi dati sono molto variabili da persona a persona, e nel caso la persona abbia effettuato o no chirurgia pelvica con rimozione di tessuto ovarico. L’ormone antimulleriano basso o indosabile o quasi indosabile indica il momento in cui si deve dire basta alla possibilità di fecondazione omologa. L’antimulleriano inoltre é un ottimo indicatore per comprendere quanto é vicino o lontano l’arrivo della menopausa.

Ormone antimulleriano AMH interpretazione dei valori

L’interpretazione dei valori normali di antimulleriano pone qualche problema. Essendo un esame ancora giovane non si è ancora d’accordo sulle varie fasce di valori.

a) AMH alto oltre i 3 ng/ml spesso si associa alla PCOS. L’ormone antimulleriano alto va considerato prima della stimolazione

b) AMH normale oltre 1.0 ng/ml

c) AMH basso/normale 0.7-0.9 ng/ml

d) AMH basso 0.3-0.6 ng/ml

e) AMH basso / molto basso minore di 0.3 ng/ml

Il valore dell’antimulleriano basso controindica l’esecuzione di una tecnica di riproduzione assistita omologa.

Ormone antimulleriano AMH : come chiedere una consulenza prima della riproduzione assistita

La misurazione dell’AMH é determinante nella i stimolazione ormonale ovarica per FIVET o ICSI.

Guarda il video AMH basso Perche non rimango incinta?

Articolo scritto da Franco lisi Ginecologo della fertilità

Per una consulenza personalizzata su ormone antimulleriano e riserva ovarica compila il form per la consulenza online adesso

 

Condivi l'articolo su:

150 Commenti

  1. buonasera dottore , ho 37 anni e cerchiamo una gravidanza da ormai due anni, contemporaneamente al giorno in cui ho smesso di utilizzare l’ anello (nuvaring) sono iniziati i problemi con il ciclo ritardi/ cicli da 10gg a volte lunghi 10gg molto abbondanti o al contrario solo piccole perdite, tre mesi fa mi è stata diagnosticata una POF con conta follicoli antrali zero e quindi consiglio del ginecologo di affidarci ad una pma eterologa in più da circa 2 mesi prendo filena (TOS). succede che al primo colloquio per eterologa la dottoressa ci dice che stando agli esami c’è una contraddizione e che e probabile che non sia in menopausa ma che potrebbe trattarsi di un blocco ipofisario può immaginare la mia confusione misto speranza, ho rifatto gli esami e fatto molti altri su richiesta della dottoressa :(AMH 0,02 ng/ml) ( TSH 1,83 mlU/ml) ( LH 3,1 mlU/ml ) (TSH 1,54 mlU/ml) (FSH 4,7 mlU/ml) prolattina 11,7 ng/ml con questi valori dottori cosa mi sta succedendo? sono disperata e purtroppo al secondo colloquio mancano più di tre mesi non so se aspettare … il tempo e oro in questi casi? aspetto una sua risposta grazie mille della attenzione.

  2. Franco Lisi

    Gentile Signora io credo che il valore AMH di 0,02 non lasci dubbi sul fatto che lei ha ultimato gli ovociti. L’abbassamento dei valori di FSH e LH ( altro indicatore di riserva ovarica ) significherebbe che lei ha ancora una buona riserva ovarica. In realtà non é così perche l’abbassamento é dovuto all’assunzione di Filena. Se la dottoressa che la segue non ha compreso questo significa che non é una persona che fa questo lavoro e le consiglio di lasciarla subito. Per maggiori dettagli mi può chiamare domattina al 3472684486
    saluti

  3. Salve ,
    Ahm 0,92
    Dhea 79,1
    Prolattina 35,8
    In terapia con clomid al terzo ciclo
    Cosa mi consiglia?

    Grazie

    • Franco Lisi

      Salve
      AMH 0,92 ng/ml non é poi un valore così terribile. Il valore della prolattina é elevato e forse andrebbe abbassato. Lei mi chiede cosa le consiglio. Però lei mi dovrebbe spiegare cosa intende fare : indurre l’ovulazione ? ma il liquido seminale e le tube sono state studiate?

  4. Ho 42 anni. Ho concepito in pochi mesi naturalmente a 40 anni ma ho subito un parto cesareo a 32 settimane ed il bimbo è mancato per sofferenza e per un’infezione dopo poco giorni.
    Stiamo cercando una nuova gravidanza. Ho un ciclo di 28/30 gg e sto eseguendo i test di ovulazione e la temperatura basale e sembra che l’ovulazione avvenga regolarmente.
    I valori il 3° gg del ciclo sono AMH 0,6 – FSH 6,6 – ESTRADIOLO 59 – PROLATINA 19,7 – LH 5,6 – TSH 1.930.
    Con questi valori è possibile accedere ad un percorso di fecondazione assistita e quali sarebbero le possibilità di riuscita?
    Grazie

    • Franco Lisi

      Salve
      il valore che ci guida é l’AMH che é l’indicatore di riserva ovarica. Il suo valore 0,6 ci dice che la riserva ovarica é giusta per una donna di 42 anni. Io credo che lei può provare ad eseguire una fecondazione assistita omologa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.