Diagnosi sterilità di coppia

Sterilità maschile

Vuoi sapere la percentuale di sterilità maschile nei centri di riproduzione assistita dei paesi occidentali e industrializzati? Bene, è una causa frequente di infertilità: ti dirò che  rappresenta il 30/40% dei casi di infertilità. Nei paesi occidentali la prevalenza della problematica maschile é molto alta pertanto la valutazione del maschio ( esame del liquido seminale e visita andrologica ) andrebbe fatta in epoca molto precoce nell’ambito dell’iter diagnostico. Laddove le terapie con farmaci per il miglioramento del liquido seminale falliscano la tecnica di scelta é la riproduzione assistita  ICSI ( Iniezione Intracitoplasmatica dello Spermatozoo) . Vediamo come riconoscere e gestire la sterilità maschile.

Sterilità maschile Anamnesi

Importanti sono i momenti della crescita e dello sviluppo sessuale. Le notizie che vanno raccolte e valutate sono le seguenti:

1) Momento di comparsa della pubertà

2) La pubertà precoce può indicare una sindrome adreno-genitale

3) La pubertà tardiva può farci pensare a una sindrome di Klinefelter e all’ipogonadismo

4) La ginecomastia può far pensare a una endocrinopatia

5) Ricerca di patologie dell’età pediatrica quali il Criptorchidsmo, le orchiti secondarie a parotite epidemica, traumi o dolori del testicolo ( torsione ) che spesso sono responsabili di azoospermia ( eiaculazione senza spermatozoi ).

Va richiesto se il partner maschile abbia già sperimentato l’esperienza di diventare genitore con altra partner o abbia indotto una gravidanza anche se interrotta in precedenti rapporti.Va valutata da quanto tempo ci sono rapporti sessuali non protetti o addirittura mirati alla riproduzione e la frequenza e la modalità degli stessi. Vanno valutati gli esami del liquido seminale ( spermiogramma ) eseguiti in passato e anche le valutazioni ormonali e degli anticorpi antispermatozoo e in base alle proprie conoscenze va valutata anche la qualità e affidabilità dei laboratori che hanno eseguito questi esami . Va considerato che esistono 3 livelli di qualità e questo va valutato attentamente :

1) Studio del medico o generico laboratorio di analisi

2) Laboratorio dell’ospedale

3) Laboratori specializzati

Normalmente lo studio del medico, il laboratorio dell’ospedale non raggiungono il livello di qualità del laboratorio specializzato del centro di riproduzione assistita, quindi quando si richiede una diagnosi precisa di sterilità maschile  é indispensabile rivolgersi a laboratori specializzati meglio se un centro di riproduzione assistita. Questo presuppone che ogni medico si informi sulla qualità dei laboratori dove si invia il paziente

Sterilità maschile  Cause trattabili di sterilità maschile

Le cause di oligospermia sono numerose e per lo più sconosciute : alcune cause sono diagnosticabili e alcune anche trattabili. Si riporta un elenco di cause distinte in trattabili o meno:

A) Cause trattabili

1) Varicocele

2) Ostruzioni

3) Infezioni

4) Disfunzioni ovulatorie

5) Ipogonadismo ipogonadotropo

6) Problemi immunologici

7) Iperprolattinemia

 Sterilità maschile Cause non trattabili o solo potenzialmente trattabili

1) Criptorchidismo

2) Esposizione a gonadotossine ( radiazioni, fonti di calore )

3) Anorchismo bilaterale

4) Aplasia delle cellule germinali

5) Anomalie cromosomiche

 

Sterilità maschile Azoospermie

Azoospermie ( eiaculato senza spermatozoi ) e recupero spermatozoi dal testicolo ( biopsia testicolare ). Le azoospermie rappresentano un gruppo di patologie gravi ma potenzialmente risolvibili con le tecniche di riproduzione assistita in particolare la ICSI

 

Le azoospermie sono una causa frequente di sterilità maschile e si dividono in azoospermie ostruttive e secretive.

 

Le azoospermie ostruttive sono quelle in cui gli spermatozoi vengono normalmente prodotti ma a causa di una ostruzione dei dotti escretori gli spermatozoi non arrivano all’esterno.Le azoospermie secretive sono quelle in cui esiste un danno del tessuto testicolare che annulla la spermatogenesi o la riduce notevolmente.

In entrambe le patologie gli spermatozoi possono essere recuperati dal testicolo o tramite aspirazione con un ago o tramite biopsia: gli spermatozoi cosi’ recuperati possono essere utilizzati per la riproduzione assistita ICSI

Per approfondimenti su sterilità maschile e riproduzione assistita ICSI visita il sito www.francolisi.com

Condivi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*