Sindrome Ovaio policistico

Sindrome Ovaio Policistico come riconoscerla

Sindrome ovaio policistico, saresti in grado di riconoscerla ? E’ la causa più frequente di infertilità da mancanza di ovulazione .  Sebbene questa sindrome sia stata descritta più di 70 anni fa la sua causa resta ancora da chiarire. Stein e Leventhal nel 1925 si accorsero di una associazione tra la presenza bilaterale di ovaie policistiche e l’amenorrea, l’oligomenorrea, l’irsutismo e l’obesità. Nel 1964 si ottenne un miglioramento del quadro con la resezione cuneiforme ovarica (riduzione della massa ovarica). Successivamente si é osservato che erano presenti alterazioni a carico dell’asse ipotalamo ipofisi ovaio con iperfunzione delle cellule della teca e aumento della produzione di androgeni e ipofunzione dell’asse FSH/cellule della granulosa con produzione aciclica di estrogeni e cronica anovulatorietà. Ma la scoperta maggiore é stata quella della individuazione di una forma di insulino resistenza e iperinsulinemia nella donna affetta da sindrome dell’ovaio policistico. Come vedi negli ultimi anni é diventato più facile riconoscere la sindrome ovaio policistico. Ma riconoscerla in tutte le situazioni rimane complesso : sono conosciuti al momento sette fenotipi di paziente con sindrome dell’ovaio policistico. Dalla ragazza tipica con obesità acne e irsutismo fino alla ragazza magra, con pelle liscia e senza peli.

Riconoscere la sindrome ovaio policistico : quadro anatomico e sintomi

Alla osservazione anatomica le ovaie presentano un elevatissimo numero di follicoli e i follicoli ovarici presentano differenti stadi di sviluppo. La loro maturazione è influenzata da alcuni ormoni prodotti dall’ipofisi anteriore, una ghiandola endocrina situata alla base dell’encefalo. Nella sindrome dell’ovaio policistico molti follicoli non raggiungono mai il completo sviluppo. L’ovulazione avviene raramente e le pazienti presentano una condizione di infertilità che spesso viene inadeguatamente trattata con la riproduzione assistita. I cicli mestruali sono irregolari: possono trascorrere anche molte settimane senza che si presenti una mestruazione. Altri segni che aiutano a riconoscerla  sono una condizione di sovrappeso, la presenza di un’eccessiva quantità di peli superflui e l’acne.

Ovaio Policistico

policistosi ovarica, riconoscere la sindrome ovaio policisticoOvaio policistico

follicolo singolo, riconoscere la sindrome ovaio policistico

 

 

 

 

 

Ovaio normale con follicolo periovulatorio

Riconoscere la sindrome ovaio policistico : diagnosi

Spesso é difficile riconoscere la sindrome ovaio policistico. L’infertilità ad essa associata non va trattata con la riproduzione assistita, ma con l’induzione dell’ovulazione. La diagnosi di PCOS viene posta in base ai criteri proposti nel 2003 dal Rotterdam ESHRE (European Society of Human Reproduction and Embryology) /ASRM (American Society or Reproductive Medicine) PCOS

Consensus Workshop Group che definisce come PCOS la presenza di almeno due dei seguenti criteri:

oligomenorrea e/o anovulazione;

segni clinici e/o biochimici di iperandrogenismo;

ecostruttura policistica dell’ovaio;

Nella sindrome dell’ovaio policistico spesso si osservano episodi di amenorrea ( assenza di mestruazione ) più o meno lunghi : qui bisogna distinguere l’amenorrea da sindrome dell’ovaio policistico da altri tipi di amenorrea.

Le informazioni suesposte dovrebbero aiutarti a comprendere la sindrome dell’ovaio policistico e a riconoscerla. E’ molto importante riconoscere la sindrome perché spesso viene misconosciuta e scambiata per sterilità sine causa e avviata alla riproduzione assistita con ICSI o FIVET.

Ovaio policistico altri dettagli

Condivi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*