Fertilizzazione in vitro

Qualità degli embrioni e risultato fecondazione assistita

Vuoi sapere quanto la qualità degli embrioni influisca sul risultato della fecondazione assistita? Probabilmente moltissimo. Embriologi e ginecologi si impegnano moltissimo per migliorare la qualità embrionaria in un ciclo di riproduzione assistita FIVET o ICSI per aver un buon risultato. Purtroppo gli embrioni di cattiva qualità sono uno dei problemi peggiori della riproduzione assistita e a volte non si riesce a migliorarne la cattiva qualità nonostante si tenti il possibile. Ottenere più volte embrioni di cattiva qualità può indurre una coppia anche giovane a ricorrere alla fecondazione assistita con ovodonazione con risultato completamente diverso.

Qualità degli embrioni : classificazione morfologia embrionaria

Tutte le società scientifiche hanno cercato di elaborare dei criteri di valutazione della qualità embrionaria per poter predire il risultato. I criteri sono universalmente accettati. Al momento la qualità embrionaria viene distinta in :

  1.  Embrione grado A , le cellule sono di uguali dimensioni e senza frammentazioni e con un citoplasma omogeneo. Le possibilità di buon risultato e di dare origine a una gravidanza sono massime.                                                                                               embrione grado A
  2.  Embrione grado B : le cellule sono di buona morfologia e sono simmetriche ma si osserva una percentuale di frammentazione cellulare del 10%. Discrete le possibilità dell’impianto e del buon risultato.                                                            
  3. Embrione grado C : Le cellule ( blastomeri) sono asimmetriche. Sono presenti frammentazioni citoplasmatiche in una percentuale  inferiore al 10% del volume dell’embrione. Risultato scarso.              embrione grado c
  4. Embrione grado D  : embrione fortemente frammentato con cellule asimmetriche. Possibilità di impianto basse risultato negativo

 embrione grado d

La qualità embrionaria é legata ai 3 fattori principali che contribuiscono alla formazione dell’embrione e al risultato della tecnica FIVET o ICSI :

  1. qualità dell’ovocita
  2. qualità dello spermatozoo
  3. condizioni di coltura e incubazione

Il problema si pone quando per più volte gli embrioni si presentano di cattiva morfologia esitando in un risultato negativo anche in paziente giovane. In questi casi la soluzione é difficile. L’unica cosa che si può tentare per migliorare il risultato e che abbia un senso é ottimizzare la stimolazione ormonale e le condizioni di incubazioni. Purtroppo non esistono terapie specifiche.

Per una consulenza online sulla cattiva qualità embrionaria e per ottimizzare il risultato della tua FIVET o ICSI compila il form di consulenza online 

Leggi anche quando e quanti embrioni trasferire.

Condivi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*