Fertilizzazione in vitro

Fecondazione assistita quando dire basta

Fecondazione assistita quando dire basta? Molte coppie intraprendono la strada della fecondazione assistita omologa e alcune sperimentano una serie numerosa di insuccessi. Altre coppie invece dopo il primo fallimento si scoraggiano e abbandonano l’idea di raggiungere l’obiettivo.E’ chiaro che entrambi i comportamenti non sono corretti e la coppia andrebbe aiutare a decidere con serenità e cognizione di causa. Le situazioni in cui la paziente dovrebbe considerare o no sono essenzialmente 4.

Fecondazione assistita quando dire basta. Scarsa risposta stimolazione ovarica

Le situazioni in cui nonostante la stimolazione follicolare sia intensa e i follicoli se ne formano pochi o affatto, sono situazioni in cui si deve pensare di passare alla fecondazione eterologa o ovodonazione. La scarsa risposta alla stimolazione follicolare non é un evento che può giungere inaspettato. Con tutti i test di riserva ovarica, si conosce molto bene preliminarmente quale sarà il risultato della stimolazione.

Fecondazione assistita quando dire basta. Ripetuta mancata fertilizzazione

In alcune situazioni si osserva una apparente buona risposta alla stimolazione follicolare e una buona morfologia degli ovociti recuperati. Gli ovociti però non vanno incontro alla fertilizzazione o alla divisione cellulare.

Fecondazione assistita quando dire basta. Cattiva morfologia embrionaria

La ripetuta formazione di embrioni di cattiva morfologia é una situazione di difficile spiegazione. Non si riesce a dare una risposta e soprattutto non si può fare nulla per rimediare a questo evento. Questa é una delle situazioni in cui si suggerisce alla coppia di passare all’ovodonazione o anche alla donazione di sperma.

Fecondazione assistita quando dire basta. Mancato impianto

Altre situazioni in cui embrioni di buona morfologia trasferiti nella cavità uterina non riescono ad impiantarsi. E questo accade in assenza di alterazioni della morfologia della cavità uterina o di fattori che interferiscono con l’impianto.

La prima causa che dovrebbe convincere le coppie a passare alla fecondazione eterologa é la risposta nulla alla stimolazione ovarica.

Per un secondo parere online compila il Form FertilConsulenza Online ità

Condivi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*