Diagnosi sterilità di coppia

Esame del liquido seminale

L’esame del liquido seminale investiga la capacità riproduttiva del maschio. E’ uno dei primissimi esami da eseguire quando la gravidanza non arriva. Ti consiglio di eseguire l’ esame del liquido seminale in un laboratorio che adotta i criteri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Esame del liquido seminale attenzioni

L’esecuzione dell’esame del liquido seminale deve osservare delle attenzioni che sono di seguito riassunte :

  1. astinenza sessuale dai 3 ai 5 giorni
  2. sospensione di terapie farmacologiche prima dell’esame
  3. raccolta mediante masturbazione in condizioni igieniche buone e usando un contenitore per esame urine a bocca larga
  4. la raccolta del liquido seminale andrebbe fatta presso lo stesso laboratorio dove si esegue la lettura. Può anche essere raccolto a casa cercando però di far pervenire il campione al laboratorio entro un’ora dall’emissione.

Esame del liquido seminale normalità

Nel 2011 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ( OMS o WHO in inglese) ha  pubblicato i nuovi parametri  e sono i seguenti:

  • Volume eiaculato > 1,5 mL
  • Totale numero spermatozoi > 39 milioni / eiaculato
  • Concentrazione spermatozoi > 15 milioni / mL
  • Motilità totale > 40 %
  • Motilità progressiva > 32 %
  • Vitalità > 58 %
  • Morfologia normale > 4 %
  • pH ≥ 7,2
  • Leucociti < 1,0 milioni / ml

I laboratori di analisi si devono quindi uniformare a questi parametri: la pubblicazione dei parametri persegue proprio questo risultato, che i laboratori evitino di fornire pareri discordanti.

Insieme allo spermiogramma ( conta spermatozoi ) e in presenza di parametri negativi, sullo stesso campione di liquido seminale si esegue la spermiocoltura con eventuale antibiogramma, per verificare la presenza di infezioni. Vale la pena ricordare che la normale spermiocoltura ricerca solo i germi comuni. Nel liquido andrebbero ricercati anche Clamidia, Micoplasma, Ureaplasma : questo però va specificato nella richiesta. E’ buona norma ripetere lo spermiogramma e la spermiocoltura dopo 2 o 3 mesi per confermare la precedente diagnosi e per escludere che fattori esterni abbiano potuto influenzare la lettura del primo spermiogramma.

Sterilità maschile

Molte patologie sono su base genetica

Per una consulenza personalizzata le coppie sono invitate a riempire il Form Fertilità e Sterilità : riceverete una risposta in poco tempo.

Condivi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*