Diagnosi sterilità di coppia

Diagnosi sterilità di coppia vedi come

Prima visita coppiaNella diagnosi sterilità di coppia é importante comprendere se la coppia sarà in grado di riprodursi con un rapporto sessuale mirato o avrà bisogno di una tecnica di riproduzione assistita. Poi decideremo se la tecnica deve essere  di primo livello ( IUI ) o di secondo livello ( FIVET ICSI ). Il percorso di diagnosi sterilità di coppia é complesso, vediamo come affrontarlo.

Diagnosi sterilità di coppia : difficoltà nel prendere una decisione

Possiamo pensare che  la coppia potrà sicuramente concepire in vivo e magari far aspettare 2 o 3 anni alla soglia dei 40 anni e poi la sospirata gravidanza non arriva. Avremo causato un danno notevole. Oppure pensiamo alla possibilità di eseguire 2 o 3 fertilizzazioni in vitro FIVET ICSI e non avere il risultato sperato. E poi sentirci dalla coppia dire che ha concepito spontaneamente. Pertanto  la parte più importante della nostra attività sarà quella di decidere il percorso diagnostico terapeutico per non commettere leggerezze come quelle precedentemente riportate, soprattutto spiegarlo e concordarlo con i pazienti. Teniamo presente però che spesso non é facile decidere. Molte situazioni border line non sono semplici da affrontare. Nell’indecisione sarà molto meglio però far eseguire alla coppia 2 o 3 FIVET ICSI  inutili piuttosto che far perdere 2 o 3 anni, il danno sarà molto inferiore.

Diagnosi sterilità di coppia : esami fondamentali

Se non sono stati ancora eseguiti dovranno essere eseguiti i tre esami fondamentali nella diagnostica della sterilità :

1) esame del liquido seminale

2) isterosalpingografia

3) monitoraggio ecografico dell’ovulazione

Diagnosi sterilità di coppia : cause di infertilità

I 3 esami appena enunciati saranno in grado di valutare le 3 variabili della fertilità :

  • Tubarica
  • Ovulatoria
  • Liquido seminale

I medici e anche i pazienti nell’interpretare una diagnosi sterilità di coppia dovranno sempre cercare di ricondurla ad una di queste tre variabili anche perché a queste tre variabili sono riconducibili probabilmente più del 95 % dei casi di infertilità : quiindi quando si deve decidere cosa fare é sempre consigliabile investigare con attenzione queste tre variabili per evitare di incorrere in grossi errori e trrattare con la FIVET ICSI un fattore ovulatorio o con terapie andrologiche un fattore tubarico. Una particolare attenzione deve essere posta nei confronti del fattore ovulatorio che spesso é misconosciuto.

 

Per approfondimenti visita il sito www.francolisi.com

 

Per una consulenza gratuita online sulla diagnosi della causa di infertilità riempire il form di consulenza online

visita per sterilità

Condivi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*