News Flash, Senza categoria

Anoressia bulimia fertilità

Anoressia bulimia fertilità. Disturbi alimentari come bulimia e anoressia “disturbano” anche la fertilità di una donna. Arrivano a limitare le sue probabilità di concepire un figlio. E’ quanto scoperto dai ricercatori del King College e dello University College di Londra attraverso una ricerca che ha coinvolto 11 088 donne incinte. Analizzando la storia clinica delle gestanti coinvolte, gli scienziati hanno scoperto che il 39,5% delle donne che avevano sofferto in passato di disturbi del comportamento alimentare, avevano impiegato oltre sei mesi in più delle altre per arrivare ad una gravidanza. Inoltre, e questo forse è il dato più preoccupante, oltre la metà delle pazienti che avevano trascorsi di anoressia o bulimia, avevano avuto bisogno di stimolare la loro fertilità con tecniche di procreazione assistita. Come a dire, soffrire di bulimia o di anoressia, oltre a mettere a rischio la vita stessa delle donne se non curate a dovere, oltre a determinare l’insorgere di altri problemi di salute, può anche compromettere la fertilità femminile, alterando il ciclo mestruale e inibendo l’ovulazione.Teoricamente si tratta di una condizione reversibile, ma se il disturbo alimentare si protrae molto a lungo negli anni, e la donna rimane senza ciclo mestruale (ovvero, in condizione di amenorrea) per troppo tempo, poi il ripristino delle normali funzioni ovariche può dimostrarsi molto difficile e niente affatto scontato.  Accanto a questa difficoltà di concepire, vi è però un altro fattore da tenere presente: l’alto tasso di gravidanze inattese e spesso indesiderate in donne anoressiche o con disturbi dell’alimentazione. Il fatto di avere un ciclo irregolare o assente non implica che non si possano verificare ovulazioni, così, molte di queste pazienti, sottovalutando la propria possibilità di restare incinta, finiscono per incorrere proprio in una gravidanza.  La ricerca britannica, pubblicata sulla rivista BJOG, suggerisce come sia essenziale per la salute della donna, per la sua fertilità e il suo equilibrio, cercare di risolvere quanto prima il disturbo alimentare di cui soffra, per evitare che le conseguenze diventino irrimediabili.

Per approfondimenti visita il sito www.francolisi.com

Vista anche la sezione sulla Fertilità della Donna.

Condivi l'articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*